melo selvatico

I fiori di Bach per la fiducia e il cambiamento.

Lunedì 13 aprile, secondo incontro via zoom su alcuni dei fiori di Bach che potrebbero essere degli aiutanti preziosi in questo momento particolare della nostra vita sociale: i fiori per la fiducia e per affrontare, accettare il cambiamento. Pur non avendo a disposizione il rimedio, consiglio di ripetere dentro di se le frasi che vi suggerisco, per attivare lo stato trasformato.

Buona lettura.

Federica

  1. Crab Apple – melo selvatico. Il melo selvatico “il fiore della purezza”. Particolarmente adatto in questo periodo in cui l’attenzione per il lavaggio delle mani, per aver integrato l’importanza dell’uso delle mascherine e del rispetto della distanza i sicurezza dagli sconosciuti, ci parla di pulizia, che però è importante non diventi un’ossessione, una fissazione. rispetto delle regole, sicuramente, ma a cuor leggero. Io l’ho aggiunto all’aloe gel e all’o.e di tea tree che metto sulle mani quando rientro a casa. Si possono mettere alcune goccine nell’acqua, in uno spruzzino e spruzzare in casa se si sente la neccessità di depurare, anche assieme a dell’o.e di limone.  Le persone che caratterialmente necessitano di questo rimedio, sono quelle che “si costruiscono un labirinto di vetri e specchi, ed è occupatissimo a tenerli sempre puliti e splendenti: dha decine di immagini di sè e spreca energia a tenerle tutte chiare, limpide , senza segni.”(*) Frasi di trasformazione: Accetto le mie imperfezioni . Accetto le imperfezioni dell’ambiente attorno a me. Mi sento bene.
  2. Gentian – genzianella autunnale. “Il fiore della fede” intesa come fiducia. E’ il rimedio che ci aiuta a vedere il “bicchiere mezzo pieno” piuttosto che quello mezzo vuoto… Prendiamo coscienza che le difficoltà sono occasioni di crescita per tutti noi e lottiamo senza scoraggiarci. Adatto alle persone che hanno assistito un proprio caro in una malattia incurabile o cronica. Visualizzando questo momento storico così imprevedibile possiamo ripetere dentro noi le Frasi di Trasformazione: Sono fiducioso . Attendo gli esiti positivi. Sono convinto che tutto si concluderà postivamente. (**)
  3. Larch – larice. Il fiore della fiducia in se stessi. Questo rimedio mi fa sentire la fiducia nelle mie capacità e ad esprimermi con sicurezza. In questo momento in cui devo attingere ai miei talenti per poter sviluppare delle competenze finora sconosciute, Larch rinforza la mia  fiducia: posso farcela!  .”Il larice è una conifera che sceglie un destino diverso dalle altre: cambia le proprie fogli ogni anno, muore ogni inverno e si rinnova, per permettersi di crescere. Così Larch sceglie di morire,…per ritrovare ogni volta il contatto con la propria essenza, con il legno più interno, con la medicina della propria resina: il tempo della Vita al di là della Morte.”(*) Frasi di Trasformazione: Posso, Voglio, Faccio.
  4.  Sweet Chestnut – Castagno. Attraverso l’oscurità fino alla Luce . Può essere che alcuni di noi stiano sperimentando la solitudine , la mancanza del contatto fisico, della socialità quotidiana (i colleghi in ufficio, gli amici con cui trovarsi per un caffè, i familiari con cui pranzare assieme…) ..il sentirsi profondamente ed intimamente soli… L’Anima di Sweet Chestunut è ben sveglia, non è addormentata, e sa perfettamente che nella notte si procede da soli….perchè oltre al buio c’è la Luce. Frasi di Trasformazione: Levo lo sguardo al cielo. Acconsento che le cose accadano.(**)
  5. Walnut – noce. “Il fiore della rinascita” E’ il rimedio adatto nei momenti di cambiamento. Quando il cambiamento è già in atto , ma ci sono delle cose del passato che ci tengono ancora ancorati dal fare il passo, oppure se ci sono delle relazioni che non ci permettono di andare… E’ anche indicato per sentirsi protetti nei momenti di cambiamento quando ci sentiamo particolarmente fragili nelle nostre decisioni. (il guscio protegge la morbida noce). Frasi di trasformazione: Faccio il primo passo verso un nuovo inizio. Il passato è fonte di ispirazione, vado per la mia strada. (**)

(*) “La ruota dei fiori” – Adriano Parmigiani – ed. Il punto d’Incontro

(**)Mechtild Scheffer – “Il grande libro dei fiori di Bach” – ed .Corbaccio